Opere uniche

Cosa si intende per opera unica?

Per opera unica si intende un'opera d'arte non riprodotta in serie; una scultura, un dipinto, un disegno che non ha multipli ma rimane unico nel suo genere; generalmente si parla di opere che hanno come supporto tela, carta o tavola. Lo è quindi per esempio la Gioconda di Leonardo o la Flagellazione di Piero della Francesca, e si contrappone alle opere prodotte in serie come litografie, serigrafie, xilografie e stampe che hanno invece più copie che possono essere classificate con numerazione araba o romana.

Quali sono le tecniche utilizzabili per produrre un'opera unica?

Acrilico : tecnica che prevede l'utilizzo di una pittura ottenuta grazie ai pigmenti di colore uniti a resina acrilica, dalla rapida asciugatura e che lascia traslucido il supporto una volta asciutta. La maggior parte delle tele di arte contemporanea utilizza questa comoda tecnica, che però ha come unico difetto quello di non permettere la sfumatura. Ne sono esempi le tele di Yux, Del Buda, Tosh e Bencini.

Olio: tecnica per dipingere generalmente sul supporto della tela, prevede l'utilizzo di pigmenti di colore uniti ad oli essicanti. E' la tecnica pittorica più utilizzata in passato, specialmente dai grandi maestri del Rinascimento italiano, o da quelli fiamminghi che ne hanno perfezionato la produzione. I vantaggi degli oli sono una maggiore durata della tenuta del colore rispetto alle altre tecniche, ed una maggiore duttilità. Ne sono esempi la Dama con l'ermellino di Leonardo, o il bacio di Klimt, o l'arte Macchiaiola.

Smalto: questa tecnica è uno dei più antichi metodi di pittura, attestata nelle opere appartenenti all'Antico Egitto, Grecia, al popolo celtico ed all'antica arte cinese. Lo smalto si ottiene grazie alla fusione di vari materiali chimici come silice, carbonato di sodio e potassio. Generalmente, si applica a sculture in ceramica come decorazione.

Acquerello: tecnica pittorica ottenuta grazie alla miscela di pigmenti di colore macinati, uniti ad un legante e diluiti in acqua. Il suo proverbiale effetto di leggerezza lo rende perfetto per la colorazione di paesaggi e studi sulla natura. Nasce nel Rinascimento, ma è con il XIX secolo che conosce la sua massima diffusione. Ne sono un esempio “I giocatori di carte” di Cezanne, “Areaarea II” di Gauguin o, nell'arte contemporanea le opere di Aria Carelli.

Articoli 1-25 di 635

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente

Articoli 1-25 di 635

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente
PISACANE ARTE di Roberto Ungaro
 - Via Pisacane 36, 20129 - Milano
Tel. e Fax  02. 39521644
P. IVA 07851620968
galleria@pisacanearte.it