Surrealismo

ll surrealismo nasce negli anni '20 del Novecento come evoluzione del dadaismo, e ha come massimo esponente Salvador Dalì. È una corrente che tocca anche altri ambiti come quello letterario e cinematografico, e basa le sue fondamenta sulla rappresentazione di una realtà superiore (da qui il termine su-reale), in cui a dominare è l'irrazionalità, il sogno, l'inconscio, la psiche.

Il surrealismo basa quindi le sue premesse sui teoremi di Sigmund Freud, sui quali vertono molte delle importanti opere di Dalì, una fra tutte, Enigma del desiderio, che è praticamente una trasposizione delle teorie sul complesso di Edipo.

Un genere d'arte certamente molto ben riconoscibile, dotato di caratteristiche proprie riscontrabili in tutti i suoi esponenti (oltre a Dalì troviamo Giorgio De Chirico, Joan Mirò, Renè Magritte) che ciascuno ha poi rielaborato conferendo alla propria arte un tratto distintivo e unico. Figure senza volto come i protagonisti dell'arte di Magritte e De Chirico accompagnano animali deformi e luoghi sospesi nel tempo in cui l'arco spazio-temporale si annulla, dove non esiste dimensionalità e dove, al primo colpo d'occhio, si riconosce subito l'impostazione onirica, al di là del reale, subissata di simboli e dietrologie come non si riscontra in nessun'altra corrente.

Un tipo di arte psicologica prima che estetica, che ha conosciuto uno straordinario successo perché, pur raccontando di luoghi su-reali e quindi apparentemente irraggiungibili, sembra ci avvicini tutti di più alla parte più intima e nascosta di noi stessi.

Articoli 1-25 di 130

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente

Articoli 1-25 di 130

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente
PISACANE ARTE di Roberto Ungaro
 - Via Pisacane 36, 20129 - Milano
Tel. e Fax  02. 39521644
P. IVA 07851620968
galleria@pisacanearte.it