Salvador Dalì, La Recitazione, da la serie Le Arti, seri-litografia, 70x50 cm

390,00 €
Disponibile
SKU
0116DALS

La Recitazione: seri-litografia del maestro surrealista Salvador Dalì. Al centro un sipario drappeggiato si apre su una scena teatrale che vede protagonisti due personaggi: uno sulla destra si inginocchia davanti ad un maestoso elefante, cavalcato da un altro personaggio.

L'elefante-cicogna è uno dei soggetti più ricorrenti nelle sua produzione: apparve per la prima volta nell'opera del 1944 Sogno causato dal volo di un'ape intorno a una melograna un attimo prima del risveglio. L'elefante fu ispirato al piedistallo di una scultura di Gian Lorenzo Bernini che si trova a Roma: un elefante che trasporta un antico obelisco viene ritratto con le "lunghe gambe del desiderio, con molte giunture e quasi invisibili". Grazie alla strana associazione delle zampe, sottili e fragili, e il corpo pachidermico di questi goffi animali Dalì crea un senso di irrealtà.

Lui stesso spiega l'origine di questa idee così: L'elefante rappresenta la distorsione dello spazio, le zampe lunghe ed esili contrastano l'idea dell'assenza di peso con la struttura (....) dipingo immagini che mi riempiono di gioia, che creo con assoluta naturalezza, senza la minima preoccupazione per l'estetica, faccio cose che mi ispirano un'emozione profonda e tento di dipingerle con onestà". Da sempre appassionato al mondo teatrale, Salvador Dalì realizzò nel corso degli anni diverse scenografie per spettacoli come, per esempio, Mariana Pineda di García Lorca (1927) e Tannhäuser di Wagner (1939).

La seri-litografia è firmata in basso a destra e numerata in basso a sinistra.

Salvador Dalì, La Recitazione, da la serie Le Arti, seri-litografia, 70x50 cm
PISACANE ARTE di Roberto Ungaro - Via Pisacane 36, 20129 - Milano Tel. e Fax  02. 39521644 P. IVA 07851620968 galleria@pisacanearte.it