NeoFuturismo

Il neo-futurismo è un movimento artistico nato negli anni '60 che tocca in modo trasversale il mondo dell'arte, del design e dell'architettura. Il fondatore è Daniel Schinasi, pittore italo-egiziano che all'inizio degli anni '70 mette nero su bianco le regole ed i principi fondanti del movimento, creando un vero e proprio manifesto; di fatto la volontà di Schinasi è quella di rielaborare e adattare all'età contemporanea i principi dell'arte futurista, sua progenitrice.

Questo movimento rientra a pieno titolo nelle Avanguardie, e presenta caratteristiche proprie in tutti e tre gli ambiti artistici. In particolare, nell'architettura, presenta uno stile inconfondibile di straordinaria modernità, caratterizzando altissimi grattacieli e palazzi dai tratti essenziali e ricchi di vetrate, adornati da colori basici che ben si allineano al principio di minimalismo che contraddistingue l'arte contemporanea.

Nel campo del design e delle arti, le opere neo-futuriste si contraddistinguono da colori molto intensi e dall'unione di questi due elementi, dando vita a sculture luminose o quadri luminosi che non possono essere annoverati come peculiari di nessun'altra corrente. Nascono così le opere di uno dei maggiori esponenti del movimento, Marco Lodola, che disegna i suoi variopinti personaggi su vetri e plexiglass, creando un sorprendente effetto tridimensionale. Altra caratteristica, un'allegria di fondo che viene comunicata dai soggetti -sempre festanti come ballerini, cantanti e musicisti- che ben si accorda con i principi ottimisti e pacifisti su cui il neo-futurismo si fonda, volendo esprimere un tipo di arte educativa ed ideologica basata sul principio di uguaglianza fra gli uomini.

4 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente

4 elementi

per pagina
Imposta la direzione decrescente
PISACANE ARTE di Roberto Ungaro
 - Via Pisacane 36, 20129 - Milano
Tel. e Fax  02. 39521644
P. IVA 07851620968
galleria@pisacanearte.it