Pop Art

La pop art nasce nella seconda metà del secolo scorso, e si fa portavoce di una visione popolare dell'arte (da qui il termine-abbreviazione Pop), in cui non esiste più una concezione elitaria secondo la quale ad essere protagonisti sono solo gentiluomini e gentildonne dell'alta borghesia. Lo stile non è più quello solenne dei paesaggi romantici, ma i colori accesi, ed i soggetti vivaci al limite dell'ilarità, rendono unico ed inconfondibile lo stile pop.

Il suo massimo esponente è stato il grande Andy Warhol (1928-1987), poliedrico artista che si è distinto nella pittura, nella scultura, ma anche nella fotografia, confezionando alcune delle opere più famose di tutti i tempi, come le serigrafie dedicate a Marylin Monroe o alle famosissime scatolette di cibo in scatola Campbell's. In un'epoca di progresso come quella che inizia dagli anni '50, ci si può anche permettere il lusso di prendere soggetti considerati “sacri” e rivisitarli, dissacrarli rendendoli attuali e ricchi di humor; così la Venere di Botticelli diventa un'icona ipercolorata con un enorme tattoo sul braccio, Arcimboldo viene rappresentato come Arci-ingordo, con i marchi più popolari della ristorazione moderna, la regina di Inghilterra un simbolo punk.

Anche i lavori di Craking Art, sculture di design dedicate al mondo animale, con il loro colori forti possono essere annoverate fra le proposte pop di arte contemporanea. La pop art si contraddistingue quindi per la sua impostazione stilistica fresca, giovanile, ilare che non si riscontra in altre correnti più seriose ed elitarie.

Articoli 1-25 di 243

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente

Articoli 1-25 di 243

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente
PISACANE ARTE di Roberto Ungaro
 - Via Pisacane 36, 20129 - Milano
Tel. e Fax  02. 39521644
P. IVA 07851620968
galleria@pisacanearte.it