Salvador Dalì, Venus a la tete de Roses, scultura in bronzo patinato - fusione a cera persa con illuminazione, 42x25,5x17 cm, 1980-81

Prezzo riservato
Disponibile
SKU
0175DALS

"Venus a la tete de Roses" è una scultura in bronzo patinato e fusione a cera persa del maestro surrealista Salvador Dalì realizzata nel 1980-81.

L'opera rappresenta una moderna e surreale Venere: la figura femminile non ha un volto, ma il suo viso è reso con un insieme di fiori; ciò crea un effetto straniante tipico del surrelismo. Il corpo della dea sembra scomporsi, non ha più nulla dell'abbondanza e femminilità della tradizione classica, tanto che si deve sorreggere su una stampella. Uno dei soggetti più ricorrenti nei lavori del pittore spagnolo nella dualità tipica tra durezza e morbidezza, essa ha lo scopo di reggere il corpo - la parte "dura" - disciolto dall'inconscio - la parte "molle".

La particolorità di questa scultura è data anche dal fatto che la stampella si illumina grazie ad una presa (come da immagine).

L'opera è una scultura originale a tiratura multipla di 350 esemplari e 35 E.A. a livello mondiale; la scultura presente in galleria è siglata E.A. con firma Dalì e certificato di autenticità di Robert Descharnes, Referenza di archivio: ART 204-204, BOULEVARD Saint german 75007 Paris. E' pubblicata in "DALI, sculpture & objets, le dur et le mou" di Robert e Nicolas DESCHARNES (Eccart, 2007), pag. 259.

Salvador Dalì, Venus a la tete de Roses, scultura in bronzo patinato - fusione a cera persa,42x25,5x17 cm
PISACANE ARTE di Roberto Ungaro
 - Via Pisacane 36, 20129 - Milano
Tel. e Fax  02. 39521644
P. IVA 07851620968
galleria@pisacanearte.it