Francesco Musante

Francesco Musante (Genova 1950) è il pittore delle favole. Le sue opere costellate di omini fantastici, cieli notturni e colori squillanti e surreali, rimandano l’osservatore all’atmosfera sognante dell’infanzia. La sua tendenza ad accompagnare le immagini con frasi, versi poetici, testi di canzoni, risale all’influenza della Pop Art degli anni ’70, periodo in cui sperimenta col colore avvicinandosi all’astrattismo e ai Combine Paintings di Rauschenberg. Artista che utilizza le più svariate tecniche e supporti nel corso della sua carriera, dall’acquarello all’incisione, dal collage all’olio su tela, tavola, carta, ceramica. Dopo l’esperienza da incisore della prima metà degli anni ’70, Musante si dedica completamente alla pittura figurativa. Dapprima le sue eleganti figure femminili sono molto vicine allo stile di Gustav Klimt e della Secessione Viennese, successivamente intraprende la strada del pittore di favole che l’ha reso celebre. Dedica un ciclo all’”Antologia di Spoon River” e uno ad “Alice nel Paese delle Meraviglie” e illustra numerosi libri di racconti ed espone in Italia (Roma, Milano, Prato, Verona, Bologna, Torino, Firenze) e all’estero (Berlino, Parigi, New York, Arabia Saudita).