William Hogarth

William Hogarth nacque il 15 novembre 1697 a Londra dove visse per tutta la vita. Svolse il suo apprendistato presso la bottega dell'argentiere Gamble. Dal 1720 Hogarth risulta attivo come incisore autonomo, illustrando libri e pubblicando stampe di attualità, anche satiriche. Dal 1725 Hogarth iniziò anche l’attività di pittore ritrattista sia di singoli che di gruppi. Nel 1731 il primo dei suoi cicli di Morale moderna con l’intento di rappresentare in satira i vizi borghesi. L’ascesa del pittore continuò negli anni seguenti con La carriera del libertino (1733-35), Il mariage à la mode (1743-45), La campagna elettorale (1754) e le stampe di Lavoro e neghittosità (1747). La carriera artistica di Hogarth proseguì con tre serie più dichiaratamente didattiche e popolari quali: L’apprendista pigro e L’apprendista attivo (1747), I quattro stadi della crudeltà, La via del gin e Il via della birra (1751). Nel 1757, ormai negli ultimi anni della sua vita, l’artista londinese ottenne il titolo di “pittore del Re” e “sovraintendente delle opere Sua Maestà”. Hogarth morì nell'ottobre del 1764.