Andrea Ferrari Bordogna

Andrea Ferrari Bordogna nasce il 26 giugno 1965 a Milano, e vive e lavora a Corneliano Bertario di Truccazzano in provincia di Milano. Frequentata la Scuola di Progettazione Grafica, fonda con altri giovani professionisti lo Studio Grafico Quetzal. Parallelamente all’attività professionale, inizia nel 1990 la propria ricerca artistica, fino ad arrivare alla decisione di dedicarsi completamente alla pittura. Significativi sono stati l’incontro con Saverio Barbaro, e i viaggi in Egitto e in America Latina degli anni 1991-94. Da sempre impegnato nel sociale, l'artista partecipa nel 1992 a un progetto interculturale promosso dal Comune di Milano, rivolto alla popolazione Rom di un quartiere della città, mentre dal 1998 al 2004 è operatore presso un Centro di prima accoglienza per profughi e rifugiati politici. Questi incontri portano alla creazione di numerosi dipinti che costituiscono la mostra Bellezza trasparente, immagini di rifugiati, che ha ricevuto il patrocinio dell’UNHCR ed è stata esposta in diverse città Italiane. Seguono poi i cicli di dipinti dedicati alla Crocifissione e al Pane Quotidiano. Dal 2000 svolge attività didattica realizzando laboratori di pittura, principalmente per le scuole materne ed elementari, e nel 2006 per le detenute all’interno della Casa Circondariale di Monza. Dall'anno successivo collabora con il Centro di Prossimità Lo Stanzino, a Milano, svolgendo attività educative rivolte ai minori del territorio. Dal 1993 espone in diverse mostre personali e collettive in Italia e all’estero.