La Sacra Bibbia

Biblia Sacra vulgatae editionis. Sixti V pont. max. iussu recognita et Clementis VIII auctoritate edita imaginibus Salvador Dalì exornata. Milano, Rizzoli, 1967.

Imponente edizione della Bibbia in cinque volumi, illustrata da Dalì con una suite di 105 litografie a colori tratte dai disegni all’acquarello e altre tecniche (inclusa quella da lui inventata che consisteva nello sparare con un vecchio archibugio capsule d’inchiostro sui fogli). L’opera fu commissionata a Dalì nel 1963 da Giuseppe Albaretto, uomo devoto e sostenitore della Chiesa Cattolica che sperava, in questo modo, di riuscire a riavvicinare l’amico artista a Dio. Dalì terminò le illustrazioni nel 1967. Il loro stile è ricco sia nella varietà dei contenuti, sia nei colori. Così come viene descritta l'opera di Dalì nella prefazione dell'editore, queste litografie "configurano, in modo universale e personale al tempo stesso, la visione dinamica, cromatica, ricca di simboli e richiami, che caratterizza il rapporto tra l'uomo d'oggi e il perenne senso di Dio" .

Ogni litografia è vendibile separatamente e presenta la firma dell'artista in lastra. 

Alcuni soggetti presenti in galleria sono controfirmati a mano da Dalì.