Dario Brevi

Dario Brevi nasce a Limbiate nel 1955. Si diploma presso l'Accademia di Belle Arti di Milano nel 1973 e in seguito si laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Negli stessi anni inizia ad esporre in importanti mostre sia in Italia che all'estero, per esempio a Basilea, Tokyo e Barcellona. Negli anni Ottanta partecipa attivamente al Movimento Nuovo Futurismo insieme a diversi artisti, tra i quali Marco Lodola. Il gruppo, formatosi presso la galleria Diagramma/Luciano Inga-Pin di Milano, auspicava un ritorno al “fare arte” con una particolare attenzione all'utilizzo di materiali industriali. Nello specifico Brevi utilizza il medium density, derivato dall'industria del mobile, per realizzare opere tridimensionali che superano la classica differenza tra pittura e scultura. Brevi è un attento interprete della contemporaneità e le sue realizzazioni, sempre caratterizzate da un colore vivace, vengono influenzate da quella contamiazione tipica dei mass media e dalla pop art. L'artista realizza, tutto'oggi, non solo esposizioni, ma anche progetti alternativi come la confezione in latta del whisky Ballantine's e i multipli per la collezione Swatch del 2006.